Ultima modifica: 30 maggio 2017

Giornata mondiale contro il fumo

[ 31 maggio 2017; ]

Il 31 maggio di ogni anno ricorre la “Giornata Mondiale senza Tabacco” indetta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità con lo scopo di incoraggiare le persone ad astenersi per almeno 24 ore dal consumo di tabacco, invitandole a smettere di fumare in via definitiva.

31 maggio 2017

“TABACCO UNA MINACCIA PER LA SALUTE E PER L’AMBIENTE”

 

Il 31 maggio di ogni anno ricorre la “Giornata Mondiale senza Tabacco” indetta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità con lo scopo di incoraggiare le persone ad astenersi per almeno 24 ore dal consumo di tabacco, invitandole a smettere di fumare in via definitiva.

Col tema di quest’anno “TABACCO: UNA MINACCIA PER LO SVILUPPO” l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha voluto mettere in evidenza tutti i rischi per l’ambiente e per la salute connessi con la produzione e il consumo di tabacco.

L’epidemia mondiale di tabacco uccide oltre 6 milioni di persone ogni anno (fonte O.M.S.). In Italia si stima che le morti collegate al fumo arrivino a 83 mila in un solo anno. La dipendenza dal fumo è causa certa di circa 30 malattie croniche, oltre a diverse forme tumorali, cardiopatie e vasculopatie.

Un controllo completo del tabagismo limiterebbe l’enorme impatto ambientale derivante dalla coltivazione, produzione, commercio e consumo del tabacco. Le piante di tabacco consumano molto più di altre colture i nutrienti presenti nel terreno, a tal punto da rendere difficile la crescita di altre  piante, soprattutto commestibili,contribuendo alla desertificazione del territorio. Inoltre, l’essicazione delle foglie di tabacco avviene in locali riscaldati usando legna come combustibile, e questo comporta il taglio di enormi quantità di alberi. Ogni anno, per le piantagioni si utilizzano nel mondo 4,3 milioni di ettari  di terreno, con conseguente deforestazione globale compresa tra il 2% e il 4% e produzione,inoltre, di più 2 milioni di tonnellate di rifiuti solidi. Si stima che dai 10 ai 20 milioni di persone potrebbero essere sfamate se alla coltivazione del tabacco si sostituisse quella di prodotti alimentari come mais e patate.

Se ci teniamo alla nostra salute e vogliamo regalare al pianeta un giorno senza fumo asteniamoci dal fumare almeno il 31 maggio.

Chissà che non possa diventare il primo giorno di una vita liberi dal fumo.

 


http://www.who.int/campaigns/no-tobacco-day/2017/event/en/

Telefono Verde contro il Fumo 800.554088 dell’ISS dalle ore 10 alle ore 16

 

La linea verde SOS LILT 800 998877, con chiamata anonima e gratuita su tutto il territorio nazionale, è attiva – dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle 15 – per sostenere tutti coloro che desiderano smettere con la sigaretta. Risponde un’équipe di medici, giuristi, e psicologi per aiutare e consigliare.

 

Referente                                                    In collaborazione con

Progetto Salute e Ben.essere                    Prof.ssa Andreoli Roberta

Malnati Grazia


Torna su